martedì
mercoledì
giovedì
venerdì
sabato
domenica

Martedì 11 ottobre

Ore 17:00

ELIA
di Sasan Baha (Italia, 2021, 11’). v.o. italiano

Durante una serata con amici e parenti, il ventenne Elia abbandona i panni che era solito portare e rivela la sua vera natura con un’esibizione canora. Un corto che invita a mostrarsi per come si è davvero.

Alla presenza del regista, Sasan Baha.

a seguire…

LA DONNA PIPISTRELLO
di Francesco Belais e Matteo Tortora (Italia, 2016, 41’). V.O. italiano. Omaggio a Matteo Tortora e a Romina Cecconi.

La vita di Romina, nata Romano, una delle prime donne a cambiare sesso in Italia: una personalità istrionica e brillante, regina del jet set fiorentino degli anni ‘70. Il documentario la racconta attraverso una serie di interviste, senza dimenticare i retroscena più difficili come il confino in Puglia e le denunce per offesa al senso del pudore.

Alla presenza degli autori Matteo Tortora e Francesco Belais, e della protagonista Romina Cecconi.

Ore 18:30

UN GIORNO FELICE
di Francesco Tavoloni (Italia, 2020, 11’). v.o. italiano

Concorso cortometraggi
La storia di Paula Lovely, attivista drag, che lotta contro lo stigma dell’HIV. Un attivismo basato sulla gioia, sulla libertà e sul potere incredibile che hanno i nostri corpi e i nostri desideri.

a seguire…

LARAMIE, ITALIA
di Martina Arrigoni (Italia, 2021, 52’). V.O italiano.

Concorso lungometraggi
Un documentario che mostra le prove della pièce teatrale Il seme della violenza – The Laramie Project – in scena a Milano, dedicato all’assassinio a sfondo omofobico di Matthew Shepard nel 1998. Lo spettacolo è il punto di partenza per una riflessione sull’omobitransfobia in Italia, in un percorso tra passato e presente che arriva fino al DDL Zan.

Ore 21:00

INAUGURAZIONE con performance musicale a cura di Choreos con il concerto “Over The Rainbow”

SAPPHIRE
di Leanne Hanley (Australia, 2021, 14’). v.o. inglese, sott. italiano.

Concorso cortometraggi
Una fantasia dai colori psichedelici, in cui il protagonista trova rifugio dal dolore in un personaggio di nome Sapphire. Interpretato da Andreja Pejic, tra le più note modelle transgender al mondo

a seguire…

FINLANDIA
di Horacio Alcalà. Spagna/Messico 2022, 97’. v.o spagnolo, sott. italiano.

Concorso lungometraggi
Un viaggio nella cultura e nella spiritualità della comunità Muxes a Oaxaca, nel Messico meridionale, nota anche come “il terzo genere”. Un film di grande ricerca visiva: un’esplosione di creatività che merita di essere vista su uno schermo il più grande possibile.

Proiezione con il sostegno di Nosotras, Associazione interculturale di donne italiane e migranti che dal 1998 si occupa dell’affermazione dei diritti di cittadinanza. Alla presenza della Presidente Isabella Mancini e della Vice Presidente Alina Flores Alvarado.

Mercoledì 12 ottobre

Ore 16:00

QUEER ANIMATION

Il Florence Queer Festival inaugura la sezione dedicata al cortometraggio animato queer. Differenti approcci grafico-artistici e modalità di raccontare le identità queer attraverso il medium dell’animazione. Dallo slice of life quotidiano al corto onirico, dall’approccio politico al documentario in un viaggio tra punti di vista e scorci sulle identità LGBTIQIA+ attraverso una prospettiva multiculturale e intersezionale.

Article 6.21
di Tatiana Stolpovskaya (Russia, 2021, 24’). v.o. russo, sott. italiano
Article 6.21 è un breve documentario d’animazione a tecnica mista che esamina lo stato della censura sulla queerness in Russia oggi e i suoi effetti sulla vita personale nella comunità queer.

All Those Sensations in My Belly
di Marko Dješka (Croazia/Portogallo, 2020, 13′). v.o. portoghese, sott. italiano
Durante la transizione dal genere maschile a quello femminile, Matia lotta per trovare una relazione intima genuina con un uomo eterosessuale.

Mama has a Mustache
di Sally Rubin (Stati Uniti, 2020, 10′). v.o. inglese, sott. italiano
Un documentario d’animazione sulle dinamiche di genere e l’essere genitori visto dagli occhi dei bambini.

My Shadow is Pink
di Scott Stuart (Australia, 2022, 9′).
La storia di un bambino amante delle principesse, dei tutu e nato con un’ombra rosa. Una favola sull’autenticità e sul legame padre-figlio.

I am Chuma
di Wendy Spinks (Sud Africa, 2020, 7′). v.o. inglese, sott. italiano
Documentario a tecnica mista in cui una giovane donna lesbica si ritrova a vivere come clochard. Quando i traumi repressi di uno stupro di gruppo e una serie di attacchi riaffiorano, Chuma trova nell’arte un potente mezzo di espressione e elaborazione.

Après la pluie
di Noémie Dossou (Francia, 2021, 6′). v.o. francese, sott. italiano
An e Daisy vivono insieme da sempre sulla loro piccola isola deserta. Ma Daisy ha un desiderio: volare verso nuovi orizzonti.

Pride of Lions
di Symeona Maria Kanellou (Francia, 2021, 4′)
Un sentito saluto a un amico gay scomparso prematuramente.

Camille
di Maël Nathanaël Sonn (Francia, 2020, 4′). v.o. francese, sott. italiano
Una conversazione con un bambino porta Camille a interrogarsi sulla sua identità.

Eikō
di Colin Atthar (Francia, 2020, 4′). v.o. francese, sott. italiano
Dopo la rivelazione della sua omosessualità, una star della TV giapponese si confronta con il suo personaggio televisivo divenuto reale.

Sarah
di The Future Perfect Project (Stati Uniti, 2021, 2′). v.o. inglese, sott. italiano
Quando Sarah scopre di avere una cotta per Keira Knightley, i suoi amici la invitano a capire se è lesbica o eterosessuale.

Ore 18:30

BUZZCUT MAKE ME THE MOON, MAKE BY BODY INTERNET
di Grant Gulczynski (UK, 2021, 15’). v.o. inglese, sott. italiano.

Concorso cortometraggi
Confuso dagli approcci online con altri uomini, un ragazzo si trasforma in internet, permettendo così agli altri di incontrarsi attraverso di lui. Originale riflessione sull’online dating nell’era di una pandemia che ci ha privati ancora di più del contatto.

a seguire…

FOLLOW THE PROTOCOL
di Fàbio Leal (Brasile, 2022, 75’). v.o. portoghese, sott. in italiano. Anteprima italiana.

Concorso lungometraggi
Durante il lockdown, Francisco cerca disperatamente un rapporto sessuale con un partner che segua i protocolli anti covid-19. Riuscirà a trovare un bear scrupoloso quanto lui? E anche in quel caso, riuscirà ad abbassare la guardia – se non la mascherina – durante l’incontro? Una commedia sulle difficoltà delle relazioni durante la pandemia.

Ore 21:00

LIEFERISSIMO
di Grant Gulczynski (UK, 2021, 15’). v.o. inglese, sott. italiano. Adottato da Berberé Pizzerie.

Un ragazzo si prende una cotta per il fattorino della pizza e per rivederlo ordina più volte dalla stessa pizzeria: riuscirà a incontrarlo di nuovo? Una divertente commedia sui colpi di fulmine.

All’ingresso in sala saranno distribuiti dei gadget offerti da Berberé Pizzerie.

a seguire…

ENFANT TERRIBLE
di Oskar Roehler (Germania, 2020, 134’). v.o. tedesco, sott. italiano. Anteprima italiana.

La vita di Fassbinder e il suo lavoro sul set: discesa nel mondo di un grande regista e della sua New Wave cinematografica. La figura travolgente, abrasiva, audace, coraggiosa e innovativa di un artista che ha rivoluzionato il cinema contemporaneo. Biopic tellurico che lascia spiazzati e increduli. Selezionato in concorso al Festival di Cannes 2020.

Giovedi 13 ottobre

Ore 16:00

TRIBE
di Pascale Neuschafer (Sud Africa, 2022, 6’). v.o. inglese, sott. italiano.

Quando il Sud Africa entra in lockdown, tra le persone più a rischio ci sono migranti e rifugiati che non hanno diritto alla assistenza governativa. Breve spaccato sulla quotidianità di un gruppo di migranti LGBTQIA+.

Interventi a cura del COSPE con il progetto Out and Proud Southern Africa.

a seguire…

THIS IS GAY PROPAGANDA: LGBT RIGHTS AND THE WAR IN UKRAINE
di Marusya Bociurkiw (Canada, 2015, 54’). v.o. inglese, sott. italiano.

L’impatto dell’occupazione in Ucraina dell’est e in Crimea, dove è stata imposta la legge russa sulla “propaganda gay”, che vieta qualunque forma di visibilità LGBT. Il documentario segue attivisti e persone LGBTQ che hanno dovuto lasciare le zone occupate per trovare rifugio a Kyiv. Girato nel 2015, ma da riscoprire oggi per comprendere meglio il nostro presente.

Introduzione a cura di Yuri Guaiana, attivista e senior campaign manager per l’associazione internazionale LGBT+ All Out.
Durante le giornate del festival sarà possibile donare a favore dell’associazione LGBT ucraina Insight.

Ore 18:00

HALF
di Jacob Roberts (Stati Uniti, 2021, 10’). v.o. inglese, sott. italiano.

Concorso cortometraggi
Jonah Dorman, metà ebreo e bisessuale, fa coming out con la sua ragazza, scuotendo le fondamenta della loro relazione. Un’esplorazione tragicomica e Alleniana dell’amore e della religione a New York.

a seguire…

IN HER WORDS: 20th CENTURY LESBIAN FICTION
di Lisa Marie Evans (USA, 2022, 100’). V.o inglese, sott. italiano.

Un documentario che ripercorre la storia della letteratura lesbica dagli anni ‘20 agli anni ‘90, fotografando il contesto storico e sociale e come la letteratura si sia intrecciata con gli eventi e i movimenti contemporanei. Con interviste a nomi cardine della letteratura lesbica come Ann Bannon, Rita Mae Brown e Sarah Waters.

Il film sarà preceduto da un omaggio a Liana Borghi, in collaborazione con l’associazione Il Giardino dei Ciliegi. Intervento a cura di Clotilde Barbarulli.

Ore 21:00

PANTHERS
di Erika Sánchez (Spagna, 2020, 22’). v.o. spagnolo, sott. italiano.

Joana e Nina sono due ragazze tredicenni che vivono tutte le contraddizioni della loro età nella nostra epoca: social network, iperconnessione e eccessi. Un gioco cambierà la loro percezione di sé. Coming of age ribelle, punk e meravigliosamente femminista.

a seguire…

SIRENS
di Rita Baghdadi (USA/Libano, 2022, 79’). vo. inglese, sott. italiano

Prodotto da Maya Rudolph e Natasha Lyonne, Sirens è un film che va oltre gli stereotipi del documentario musicale e diventa un’osservazione su cosa significa essere donne queer e indipendenti in un paese conservatore e in tumulto come il Libano. Un documentario elettrizzante quanto le sue protagoniste: la prima band metal femminile del Medio Oriente.

Venerdì 14 ottobre

Ore 15:00

STILL ME
di Jay Beckerleg e Sam Jelley (Australia, 2021, 13’). v.o. inglese, sott. italiano.

La storia di Bailey, teenager non-binary, e del suo coming out a scuola. Una situazione emotivamente difficile, ma che lə porterà a trovare un ambiente inclusivo in un’associazione LGBTQIA+.

a seguire…

SO DAMN EASY GOING
di Christoffer Sandler (Svezia/Norvegia, 2022, 91’). v.o. svedese, sott. italiano. Anteprima italiana.

Concorso lungometraggi
Joanna è una giovane ragazza che a causa del suo disturbo dell’attenzione si chiude verso l’esterno: l’incontro con Audrey diventa per lei una spinta a superare i suoi blocchi e a essere se stessa. Un coming-of-age che vede la sua forza nella regia e nell’intesa tra le due giovani protagoniste. Vincitore del premio della giuria al Frameline 2022, il festival queer di San Francisco.

Ore 18:00

FUDLIAKS!
di Jasmin Hagendorfer (Austria, 2021, 13’). v.o. tedesco, sott. italiano.

Concorso cortometraggi
In un misterioso laboratorio di ricerca, “The Institute for Gender Normalization”, vengono studiate le caratteristiche dei corpi non binari e eteronormati. Una nuova scoperta libererà le loro identità. Manifesto camp, agit-prop e sovversivo.

a seguire…

BLACK AS U R
di Michael Rice (USA, 2022, 75’). v.o. inglese, sott. italiano. Anteprima italiana.

Concorso lungometraggi
BLACK AS U R è una riflessione dirompente sull’essere nero e queer nell’era di Trump e delle manifestazioni di Black Lives Matter. Un film che narra non solo l’impatto del razzismo sistemico sulle vite delle persone queer, ma anche l’omobitransfobia all’interno della stessa comunità afroamericana.

Ore 21:00

GIRL GANG
di Charlie Benedetti (Spagna, 2021, 24’). v.o. inglese, sott. italiano.

Concorso cortometraggi
Diretto da un regista non-binary e prodotto dalla regina del porno femminista Erika Lust, Girl Gang è un’esperienza porno immersiva priva di male gaze, in cui le donne da oggetto si fanno soggetto e diventano padrone delle proprie fantasie.

a seguire…

THE AFFAIRS OF LIDIA
di Bruce LaBruce (Canada/Spagna, 2022, 95’). v.o. inglese, sott. italiano

Bruce LaBruce, uno dei più celebrati registi porno-queer, torna con una commedia erotica ambientata nel mondo della moda e che sotto la sua patina glamour nasconde un’interessante riflessione sui ruoli queer di oggi.

Sabato 15 ottobre

Ore 15:00

CHIEDIMI SE…
di Margherita Fiengo Pardi (Italia, 2022, 18’). v.o. italiano

Il titolo è già una scelta programmatica: raccontare dall’interno, e non dall’esterno, una famiglia omogenitoriale. Diciannove anni di vita familiare, ma anche un dolce tributo alla storia d’amore tra due donne che hanno scelto di diventare madri.

Alla presenza della regista, Margherita Fiengo Pardi.

a seguire…

IL FILO INVISIBILE
di Marco Simon Puccioni (Italia, 2022, 104’). v.o. italiano. Ingresso gratuito

La storia familiare di papà Paolo e papà Simone, interpretati da Filippo Timi e Francesco Scianna, genitori di Leone grazie alla gestazione per altri. Una storia che può contare su una sincerità di sguardo data dall’esperienza diretta del regista Marco Simon Puccioni, a sua volta parte di una famiglia arcobaleno.

Evento in collaborazione con Netflix e Famiglie Arcobaleno. Alla presenza del regista, Marco Simon Puccioni.
Durante la proiezione sarà a disposizione una Area Baby all’interno del cinema gestita da Spazio Co-Stanza, su prenotazione.

Ore 17:45

LA FARAONA
di collettiva+. (Italia, 2021, ‘98). v.o. italiano

Il primo documentario realizzato in Italia su Mario Mieli, storica figura del movimento LGBTQ italiano. Il racconto di un intellettuale fuori dagli schemi, capace di anticipare concetti rilevanti ancora oggi, fatto attraverso le testimonianze degli amici e materiale audio e video inedito

Ore 20:45

IT’S A SIN
di Russell T Davies (UK, 2021, 3h.45’). v.o. inglese, sott. italiano

Il diffondersi dell’epidemia di AIDS nella Londra degli anni ’80 è il baricentro di una miniserie in cinque episodi capaci di tenere incollati alla poltrona. I fatti sono noti, ma la scrittura di Russell T Davies (Queer as Folk, Doctor Who) è capace di rielaborarli da una prospettiva di incontenibile vitalità, distante dalle narrazioni a cui siamo abituati. Una storia in cui il dolore diventa la spinta propulsiva per celebrare l’energia di una generazione. Con Olly Alexander (frontman degli Years & Years) e Neil Patrick Harris (How I Met Your Mother).

Evento speciale in collaborazione con STARZPLAY. Introduce la Presidente della commissione salute del Comune di Firenze, Mimma Dardano.
Visione suddivisa in due blocchi. Durante la pausa, è previsto uno snack offerto dal Florence Queer Festival.

Domenica 16 ottobre

Ore 15:00

SPRÖTCH
di Xavier Seron (Belgio, 2020, 21’). v.o. francese, sott. italiano.

Quando suo marito parte per lavoro, Tom rimane da solo con il figlio Sam di cinque anni. Uscendo velocemente dal garage con la macchina, investono qualcosa… Una dark comedy in bianco e nero che fa ridere fino alle lacrime.

In collaborazione con Sentiero Film Factory.

a seguire…

SEDIMENTS
di Adriàn Silvestre (Spagna, 2021, 89’). v.o. spagnolo, sott. in italiano.

Concorso lungometraggi
Sei donne transgender di età e background differenti intraprendono un viaggio da Barcellona a una cittadina della Castiglia. Il viaggio diventa un’occasione per conoscersi e esplorare i loro percorsi. Un fresco road-movie tra realtà e finzione, che ci permette di conoscere le protagoniste al di là di ogni stereotipo

Proiezione con il sostegno di Baker Hughes (Nuovo Pignone Firenze). Interverranno Sarah Hasset, communication leader, e Carlo Cortese, membro dell’ERG Pride@Work

Ore 17:30

PINNED INTO A DRESS
di Gianluca Matarrese e Guillaume Thomas (Italia/Francia, 2022, 20’). v.o francese, sott. italiano.

Concorso cortometraggi
Un’incursione nella vita di Kurtis e del suo alter-ego, Miss Fame, una delle supermodel drag più seguite al mondo, resa celebre da RuPaul’s Drag Race. Un ritratto personale che va al di là dell’immagine. Cortometraggio d’apertura alla Settimana Internazionale della Critica di Venezia 2022.

Introduzione a cura di Ava Hangar e Valerio Bellini, direzione artistica di The Shade: il cabaret queer di Arcigay Firenze Altre Sponde.

a seguire…

LA DERNIERE SEANCE
di Gianluca Matarrese (Italia/Francia, 2021, 100’). v.o francese, sott. italiano.

Concorso lungometraggi
Gianluca Matarrese racconta il rapporto con il suo master Bernard, di cui è l’ultimo amante. I loro giochi sessuali sono le occasioni di incontro di due generazioni: tra un colpo di frusta e un harness di cuoio discutono di amore, di morte, dell’epidemia di AIDS negli anni Ottanta, di loro. Un documentario che fornisce uno sguardo personale e intimistico sulle relazioni BDSM, toccando tasti profondi e inattesi. Vincitore del Queer Lion al festival di Venezia 2021.

Alla presenza del regista, Gianluca Matarrese.

Ore 21:00

PREMIAZIONE con drag show a cura di Lalique Chouette che interpreta “Lalique sull’ orlo di una crisi di nervi”

a seguire…

PORPORA
di Roberto Cannavò (Italia, 2021, 61’). v.o. italiano. Omaggio a Porpora Marcasciano

Un viaggio on the road con Porpora Marcasciano, una delle figure cardine della storia LGBTQ italiana. La storia del suo vissuto da protagonista dei movimenti femministi, comunisti e trans dagli anni Settanta ad oggi.

Introduzione a cura di Porpora Marcasciano.