Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Satyagraha di Nuanda Sheridan (Italia, 2017), 28’, v.o. italiano
Alla presenza della regista e del compositore della colonna sonora Mauro Crivelli

Una storia d’amore e reincarnazione raccontata attraverso il viaggio di un’anziana donna tra le sue vite precedenti. Atmosfere oniriche, al confine tra la vita e la morte, si mescolano ai colori del lontano oriente, alla terra africana e a ritmi di danze gitane, visioni che svelano sessualità, segreti e tormenti di un amore senza tempo. 

Biografia della regista
Simona De Simone, conosciuta con lo pseudonimo artistico di Nuanda Sheridan, nasce a Nardò (Lecce) il 5 dicembre 1985. Studia regia e recitazione teatrale per poi formarsi in regia cinematografica. Comincia a lavorare sui set cinematografici come aiuto regia, per poi scrivere e dirigere “Satyagraha”, mediometraggio con cui firma la sua opera prima, ad oggi in concorso a numerosi festival nazionali e internazionali. Successivamente le viene affidata la regia di “Forse è solo mal di mare”, film per il grande schermo di Matteo Querci, prodotto da Cibbè Film. Attualmente è impegnata nella scrittura del suo prossimo lungometraggio “Secondo Isaia”.

Satyagraha by Nuanda Sheridan (Italy, 2017), 28 ’, v.o. Italian
In the presence of the director and composer of the soundtrack Mauro Crivelli

A story of love and reincarnation told through the voyage of an elderly woman travelling through her previous lives. Dreamlike atmospheres, on the border between life and death, intermingle with the colours of the far East, of African lands and the rhythms of bohemian dances, visions that reveal sexuality, secrets and torments of a timeless love.

Director Biography
Nuanda Sheridan is the artistic pseudonym of Simona De Simone. Born in Nardò (Lecce) in 1985, she attended the DAMS in Lecce before devoting herself to artistic research. After studying theatrical acting and directing in Lecce and Rome, Nuanda joined the International Theatre Academy of the Adriatic (ITACA). Subsequently moving to Paris, Nuanda frequented artistic circles and attended lectures at the Ecole Nationale Supérieure des Arts et Techniques du Théatre. Nuanda returned to Italy for the writing and production of “La Pescatrice di Scarpe”, an experimental theatre project for which she collaborated with the surrealist photographer Daniele Cascone. She moved to Florence to study film directing at the Scuola Nazionale di Cinema Indipendente, Nuanda began working on film sets as a production secretary and director’s assistant.