Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Mostra a cura di Sandra Nastri

Un corpo che cambia…sulla scena, sulla tela, nella sua vita.
Attrice, modella, pittrice, attivista e militante politica.

Con lo pseudonimo di Eva Von Pigalle negli anni ’70 si esibiva nei teatri parigini, riscuotendo un grande successo.
In Italia è protagonista ne La Mandragola con la regia di Carlo Cecchi e, al cinema, con il film italo-francese Splendori e miserie di Madame Royale con Ugo Tognazzi.

La vita artistica di Gianna Parenti si alterna all’attivismo politico, militando nel partito radicale dal 79 all’ 86 e fondando il MIT (Movimento Identità Trans).
In prima linea per la conquista della Legge n. 164 del 1982, sulla rettificazione della riconversione del sesso, guidò la protesta delle trans fino a Strasburgo davanti al Parlamento europeo.

A dieci anni dalla scomparsa, un omaggio alle sue molteplici vite attraverso polaroid, abiti di scena, foto.

Un ringraziamento va alla Sartoria Teatrale Antonietta di Firenze, nata nel 1952 dalla creatività della Signora Antonietta, che ha conosciuto Gianna Parenti, creando per Lei gli abiti di scena visibili in mostra.

Da Stonewall a Firenze. Culture lgbt e rock’n’roll Estate Fiorentina 2019