Caricamento Eventi

BUTTERFLIES IN BERLIN-Diary of a Soul split in two di Monica  Manganelli
(Italia, 2019), 29’, v.o. italiano, sottotitoli inglese
Alla presenza della regista

Alex si trasferisce a Berlino nel 1933, durante gli anni della Repubblica di Weimar. Alla ricerca del suo posto nel mondo e della propria identità sessuale, egli diventa il primo transessuale operato della storia. Purtroppo ciò avviene proprio in concomitanza dell’ascesa del Nazional-socialismo, uno sconvolgimento sociale che trasformò la capitale della libertà sessuale nella patria della repressione.

Biografia della regista
Monica Manganelli (Parma, 1977), è una scenografa e regista che inizia la sua carriera nel teatro lirico, collaborando e firmando le scene di spettacoli coi teatri più importanti di Europa e Italia tra cui la Fenice di Venezia, il Teatro Regio di Torino, il Carlo Felice di Genova, il Regio di Parma e il Piccolo di Milano e Stabile di Torino

Dopo 10 anni nella lirica sposta il suo campo di azione nel cinema e dalla scenografia reale a quelle virtuale diventando vfx art director per produzioni internazionali di film e spot, occupandosi della creazione visiva del look dei film e degli scenari virtuali. Una delle sue ultime importanti collaborazioni riguarda Cloud Atlas all’interno del team dei Wachowski.

Nel 2013 firma le scenografie virtuali al Beijing Music Festival per le celebrazioni verdiane (La Traviata, Rigoletto, Il Trovatore).

Nel 2015 firma la sua prima opera da regista, La Ballata dei Senzatetto, un corto di animazione che partecipa a 50 festival in tutto il mondo, vincendo una decina di prestigiosi premi in tutto il mondo

Vince inoltre il Nastro speciale d’argento per l’animazione (2016), ed è candidata alla cinquina dei David di Donatello dello stesso anno. 

Nel 2016-18 firma le scenografie di Roberto Devereux, Anna Bolena e Maria Stuarda, in coproduzione fra Teatro Carlo Felice, Teatro La Fenice di Venezia e Teatro regio di Parma e Turco in Italia (aslico coproduzione). Nel 2019 inaugura la stagione lirica del Teatro Carlo Felice, firmando le scene e la direzione creativa con una AIDA completamente virtuale per creare un’opera immersiva,. 

Nel 2019 ha concluso Butterflies in Berlin e sta realizzando il suo primo lungometraggio di animazione Turandot-Principessa della Cina.

BUTTERFLIES IN BERLIN-Diary of a Soul split in two by Monica Manganelli
(Italy, 2019), 29’, v.o .Italian, sub. English

In the presence of the director

Alex moves to Berlin in 1933, during the Weimar Republic period. Looking for his place in the world and his sexual identity, he becomes the first out-of-surgery transsexual in History. That happens unfortunately during the National-Socialism rise, a social disruption that turned the capital of sexual freedom in the most repressed country of all times.

Director Biography
Monica Manganelli born in Parma (1977) is a film & creative director, scenographer-set/ stage designer, visual artist and vfx-art director.

She spent her early career to work as Set/Stage Designer and Concept/Visual Artist for many productions since 2001 to 2011 in the Lyric Opera House in Italy and Europe. Then she moved to work into Movie Production and begin to collaborate on different projects (commercial spot, movies, animation short) for creating virtual set design and look. One of her past important work for a production movie has been Cloud Atlas by Wachowski Sisters at the Babelsberg Studios in Berlin. The Ballad of the Homeless her first animated film won Prestigious awards all over the world.

“A SYMPONHY for ROSSINI: Il Turco in Italia” is her second animated film an experimental short in which animation meets the great tradition of italian music opera.

Monica is working on her first long feature animated film TURANDOT- PRINCESS OF CHINA, regarding the condition of women, and finished in 2019 BUTTERFLIES IN BERLIN about Homocaust.